Zuppa di lenticchie

Chiamata dagli abitanti di Castelluccio Lénta, è il prodotto rappresentativo del paese per eccellenza. Ricche di fibre, sali minerali e vitamine, le lenticchie sono considerate, fin dai tempi antichi, la carne dei poveri, e si prestano, insieme ad altri ingredienti, alla preparazione di zuppe gustosissime.

Ingredienti:

200 g di Lenticchie di Castelluccio di Norcia, 200 g di cotenne di maiale, 2 foglie di alloro, 1 costola di sedano, 1 spicchio di aglio, 1 cipolla, 1 carota, 1 peperoncino piccante, 300 g di pomodori pelati, olio extravergine di oliva, sale.

Preparazione:

Sciacquare bene le lenticchie e farle cuocere in abbondante acqua per un’ora. Nel frattempo raschiare le cotenne e passarle sulla fiamma per eliminare l’eventuale peluria residua; strofinare con carta assorbente da cucina, lavarle e farle cuocere coperte di acqua profumata con 2 foglie di alloro per circa 40 minuti. Scolarle, farle intiepidire e tagliate a pezzetti. Mondare il sedano, lavarlo, asciugarlo e tritarlo piuttosto finemente insieme con l’aglio e la cipolla sbucciati e la carota, raschiata e lavata. In una casseruola far soffriggere questo trito aromatico in 4 cucchiai di olio. Unire il peperoncino rosso, schiacciandolo leggermente con una forchetta, e i pomodori spezzettati.

Dopo circa 10 minuti aggiungere anche le cotenne e le lenticchie ben scolate, togliere il peperoncino, quindi bagnare il tutto con il brodo delle lenticchie filtrato. Aggiustare di sale, far cuocere per circa 20 minuti e servire.