Colli Perugini

Nei Colli Perugini la vite si afferma con gli Etruschi e poi con la dominazione romana. Le colline panoramiche sulla riva del Tevere opposta a Torgiano sono più elevate e fresche e sembrerebbero aprire maggiori prospettive per vini bianchi e secchi dall'aroma e dal sapore penetrante. La zona di produzione comprende parte del territorio dei comuni di Perugia, Deruta, Marsciano, Fratta Todina, Monte Castello di Vibio e Piegare in provincia di Perugia e San Venanzio in provincia di Terni. Le vigne, sui Colli Perugini, costituiscono una vegetazione spontanea. Il suolo è tufaceo ed argilloso. I Colli Perugini sono dominati dal Monte Subasio (1200 metri) dove San Francesco vagò al ritorno dalla sua prigionia in Perugia e che lo portò alla conversione. In tutta la natura di questa terra si respira il senso di eternità francescana.

I vini Colli Perugini si producono in varie tipologie di Bianco, Rosato e Rosso.

 Vitigno

Colli Perugini Bianco: Trebbiano toscano dal 65 all'85%; Verdicchio, Grechetto, Garganega e Malvasia del Chianti, da soli o assieme, dal 15 al 35%, con max 10% di Malvasia del Chianti. Colli Perugini Rosato: Sangiovese dal 65 all'85%; Montepulciano, Ciliegiolo, Barbera e Merlot, da soli o assieme dal 15 al 35%, con max 10% di Merlot. Colli Perugini Rosso: Sangiovese dal 65 all'85%; Montepulciano, CiliegioIo, Barbera e Merlot, da soli o assieme dal 15 al 35%, con max 10% di Merlot. 

 Caratteristiche

Aspetto    Il Colli Perugini Bianco presenta colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, il Colli Perugini Rosato ha colore rosato più o meno intenso. Il Rosso infine presenta colore rosso rubino più o meno intenso.
Profumo  

Il Colli Perugini Bianco ha profumo etereo, gradevole, caratteristico, il Rosato ha odore vinoso e delicato, il Rosso è vinoso, delicato con profumo caratteristico.

Gusto   Il Colli Perugini Bianco ha sapore asciutto, fresco, di gusto leggermente fruttato, il Rosato è asciutto, armonico, fresco, il Rosso infine ha gusto asciutto, sapido, di buon corpo.
Gradazione  

Il titolo alcolometrico volumico minimo è di 11,00% vol per il Bianco e di 11,50% vol per il Rosato ed il Rosso.

Età ottimale   Il periodo di invecchiamento consigliato per gustare a pieno i vini di denominazione Colli Perugini è di 1 anno per i Bianchi e i Rosati, e varia da 2 a 5 anni per i Rossi.
  Calice e servizio

Il Colli Perugini Bianco va servito a 12-14 °C, in un calice svasato. Il Rosato va servito in calice ampio e aperto a 12-14 °C. Infine il Rosso in calice ampio e aperto a 16-18 °C.

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Colli Perugini Bianco
  • Colli Perugini Rosso
  • Colli Perugini Rosato
  • Colli Perugini Novello
  • Colli Perugini Chardonnay
  • Colli Perugini Grechetto
  • Colli Perugini Pinot grigio
  • Colli Perugini Trebbiano
  • Colli Perugini Cabernet sauvignon
  • Colli Perugini Merlot
  • Colli Perugini Sangiovese
  • Colli Perugini Spumante
  • Colli Perugini Vino santo o Vin santo

 Abbinamento con i   cibi

Il Bianco si accompagna a preparazioni poco strutturate: antipasti di pesce, primi piatti al sugo bianco di pesce, pesci di lago fritti e arrosto. Il Rosato può essere abbinato a salumi freschi, minestre asciutte con sughi leggeri, zuppe contadine, pesci di lago in umido con sughi robusti, formaggi vaccini semiduri. Il Rosso infine si associa bene a primi piatti di pasta al forno, arrosti di carni bianche e rosse, manzo brasato, selvaggina minuta al tegame o allo spiedo.