Lago di Corbara

Il vino Lago di Corbara Doc viene prodotto in Umbria in  provincia di Terni, nell’intero territorio del comune di Baschi e in parte nel territorio comunale di Orvieto, e nello specifico nella frazione di Corbara.  L’area della DOC Lago di Corbara infatti costituisce una nicchia del territorio della più ampia DOC Orvieto e, in particolare, quella in cui la realizzazione del lago artificiale di Corbara ha creato un particolare microclima che contribuisce alla sviluppo di caratteri peculiari nel vino.

La viticoltura nell’area delimitata risale epoca remota e trova testimonianze importanti come quelle rinvenute in alcune tombe etrusche. I primi a coltivare la vigna, scoprendo la vocazione di questi terreni, furono proprio gli Etruschi, i quali facevano fermentare i mosti nelle grotte scavate nella rupe tufacea su cui si erge la cittadina di Orvieto. Corbara è una piccola località situata sulla sponda destra del fiume Tevere,  dove negli anni ’50  è stata costruita una diga che ha formato l'omonimo lago. È una città dalla storia millenaria, scrigno di capolavori universali e immersa in un'atmosfera tranquilla, che riflette nella bellezza del paesaggio agrario il segno di una sapiente civiltà agricola. La campagna intorno alla città ha i colori rosso del tufo, giallo del grano della val di Paglia e verde dei vigneti pregiati che danno uno dei migliori vini Doc della regione.

Sotto questa denominazione di origine rientrano le seguenti tipologie: Rosso, Rosso riserva, Cabernet sauvignon, Cabernet sauvignon riserva, Merlot, Merlot riserva, Pinot nero, Pinot nero riserva, Sangiovese, Sangiovese riserva, Bianco, Bianco riserva, Grechetto, Grechetto riserva, Vermentino, Vermentino riserva, Chardonnay, Chardonnay riserva, Sauvignon, Sauvignon riserva, Vendemmia Tardiva, Passito e Passito riserva.

 Vitigno

Bianco (anche riserva), Vendemmia Tardiva, Passito (anche riserva): min. 60% Grechetto e Sauvignon, possono concorrere altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione per la regione Umbria, max. 40%. Rosso (anche riserva): min. 70% Cabernet Sauvignon e/o Merlot e/o Pinot nero e/o Sangiovese, possono concorrere altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione per la regione Umbria, max. 30%. Con menzione del vitigno rossi (anche riserva): Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero, Sangiovese, min. 85%, possono concorrere le uve a bacca rossa provenienti da altri vitigni non aromatici, idonei alla coltivazione per la regione Umbria, max. 15%. Con menzione del vitigno bianchi (anche riserva): Vermentino, Grechetto, Sauvignon, Chardonnay, min. 85%, possono concorrere le uve a bacca bianca provenienti da altri vitigni non aromatici, idonei alla coltivazione per la regione Umbria, max. 15%.  

 Caratteristiche

Aspetto    Il Lago di Corbara Rosso ha colore rosso rubino più o meno intenso, tendente al granato con l'invecchiamento. Le tipologie dei Bianchi hanno colore giallo paglierino più o meno intenso. Il Passito ha colore giallo dorato, ambrato.
Profumo  

L'odore del Rosso è caratteristico, fruttato, intenso. I Bianchi hanno odore intenso e caratteristico.

Gusto   Le tipologie dei Rossi hanno sapore sapido, armonico, a volte austero. I Bianchi hanno sapore da secco a abboccato, pieno, sapido, intenso. Il Passito ha sapore da abboccato a dolce, armonico, vellutato.
Gradazione  

Le tipologie dei Rossi hanno un titolo alcolometrico volumico minimo che varia da 12,50% vol a 13,00% vol. I bianchi 12,00% vol (12,50% vol per le tipologie riserva). Il Vendemmia Tardiva e il Passito hanno una gradazione minima di 15,00% vol (16,00% vol per il riserva).

Età ottimale  

La tipologia Lago di Corbara Rosso deve essere immessa al consumo non prima del 1° settembre dell'anno successivo alla vendemmia. La tipologia Rosso Riserva non potrà essere immessa al consumo prima del 1° settembre del secondo anno successivo alla vendemmia; per tale tipologia è obbligatorio l'invecchiamento nel legno di minimo 12 mesi. I vini Lago di Corbara nelle tipologie Vendemmia Tardiva e Passito devono essere immessi al consumo non prima del 31 gennaio dell'anno successivo alla vendemmia, mentre per i vini bianchi nella tipologia Riserva non prima del 30 settembre dell'anno successivo alla vendemmia. L'immissione al consumo della tipologia Lago di Corbara Passito Riserva può avvenire solo dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 2 anni, di cui almeno 3 mesi di affinamento in bottiglia, a partire dal 15 dicembre dell'anno di produzione delle uve.

 

 

  Zona di produzione

  

  Tipologie

  • Lago di Corbara Rosso
  • Lago di Corbara Rosso riserva
  • Lago di Corbara Cabernet sauvignon
  • Lago di Corbara Cabernet sauvignon riserva
  • Lago di Corbara Merlot
  • Lago di Corbara Merlot riserva
  • Lago di Corbara Pinot nero
  • Lago di Corbara Pinot nero riserva
  • Lago di Corbara Sangiovese
  • Lago di Corbara Sangiovese riserva
  • Lago di Corbara Bianco
  • Lago di Corbara Bianco riserva
  • Lago di Corbara Grechetto
  • Lago di Corbara Grechetto riserva
  • Lago di Corbara Vermentino
  • Lago di Corbara Vermentino riserva
  • Lago di Corbara Chardonnay
  • Lago di Corbara Chardonnay riserva
  • Lago di Corbara Sauvignon
  • Lago di Corbara Sauvignon riserva
  • Lago di Corbara Vendemmia Tardiva
  • Lago di Corbara Passito e Passito riserva.
  •  Calice e servizio

Viene servito a 12-13° C, in un calice a ballon.

 

 

 

 

 

 Abbinamento con i   cibi

Il Lago di Corbara Rosso si accompagna bene a preparazioni di carni sia rosse che bianche e selvaggina.