Suino Umbro

Sin dall’antichità, l’allevamento suino ha rivestito un ruolo di primaria importanza nell’economia della regione Umbria. In particolare nelle aree montane,  dove la grande estensione di querceti offriva naturale rifugio ed alimento a branchi di porci allevati allo stato brado. A Norcia la tradizione locale fa risalire la pratica dell’allevamento all’imperatore Vespasiano che in questa zona aveva vasti possedimenti e che avrebbe impiegato gli ebrei deportati dopo la conquista di Gerusalemme per la custodia dei suoi maiali, sfruttando l’interdizione religiosa a consumarne le carni.