Torgiano

La zona di produzione è, come per il Torgiano Rosso Riserva Docg, quella dell'intero territorio del comune di Torgiano, in provincia di Perugia. Situata a Sud-Est di Perugia, è caratterizzata da colline non molto elevate, tra i 180 e i 300 metri di altezza. I terreni sono costituiti da argille sabbiose e calcaree su una base tufacea. La denominazione DOC, che contava su un Bianco e un Rosso, è stata notevolmente ampliata e comprende oggi una nutrita serie di vini varietali, da vitigni vinificati pressoché in purezza, e uno spumante. 

Bianco di Torgiano: da uve Trebbiano dal 50 al 70%, Grechetto dal 15 al 40%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino ad un massimo del 15%. 

Colore: giallo paglierino più o meno intenso

Profumo: profumi vinosi, floreali e gradevoli

Gusto: asciutto, leggermente fruttato e piacevolmente acidulo. 

Uso: antipasti di magro, minestra di farro, tagliolini agli scampi e pesce al forno.

 

Rosso di Torgiano: da uve Sangiovese al 50%, Canaiolo dal 15 al 30%, Trebbiano fino al 10%; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Dove avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. 

Colore: rosso rubino

Profumo: profumi vinosi e delicati

Gusto: in bocca è asciutto, armonico, di giusto corpo

Uso: fritture miste, porchetta perugina, coniglio alla cacciatora e formaggi saporiti.

 

Rosato di Torgiano: da uve Sangiovese al 50%, Canaiolo dal 15 al 30%, Trebbiano fino al 10%; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. 

Colore: rosa salmone tenue

Profumo: profumi fruttati 

Gusto: asciutto, fresco e vivace. 

Uso: antipasti caldi, omelette con formaggi e verdure, insaccati e minestre di legumi.

 

Chardonnay di Torgiano: Chardonnay per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. 

Colore: paglierino più o meno intenso

Profumo: profumi caratteristici, intesi e gradevoli

Gusto: asciutto, fruttato e leggermente acidulo

Uso: ottimo aperitivo, si accompagna ad antipasti freddi, pesce bollito e passatelli in brodo.

 

Pinot Grigio di Torgiano: Pinot grigio per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. 

Colore: giallo paglierino più o meno intenso

Profumo: fine e fruttato 

Gusto: asciutto, fragrante, fresco. 

Uso: verdure gratinate, pesce bollito, carni bianche alla griglia, formaggi cremosi.

 

Riesling Italico di Torgiano: Riesling italico per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. 

Colore: giallo paglierino più o meno intenso

Profumo: profumi delicatamente floreali

Gusto: in bocca è gradevolmente acidulo e fruttato. 

Uso: antipasti magri, pesce bollito o al cartoccio, spaghetti con le vongole e formaggi freschi.

 

Cabernet Sauvignon di Torgiano: Cabernet Sauvignon per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia di fino a un massimo del 15%. Deve avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. 

Colore: rosso granata

Profumo: profumi persistenti e tipici del vitigno e sapore asciutto con retrogusto caratteristico. Ideale con carni arrosto, risotti con ragù di carne e formaggi stagionali.

 

Pinot Nero di Torgiano: Pinot nero per almeno l'85%; possono concorrere altri vitigni rossi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Deve avere un invecchiamento minimo di 13 mesi, di cui almeno 6 in bottiglia. 

Colore: rosso granata tendente al porpora

Profumo: pieno e persistente, tipico del vitigno

Gusto: asciutto e di corpo. 

Uso: carni bianche alla griglia, piccione arrosto e coniglio in umido.

 

Torgiano Spumante: Chardonnay dal 40 al 50% e Pinot nero dal 40 al 50%; possono concorrere altri vitigni bianchi raccomandati o autorizzati nella provincia fino a un massimo del 15%. Deve essere elaborato con il metodo classico e matura sulle fecce per almeno 24 mesi. 

Colore: paglierino più o meno intenso 

Profumo: profumi leggeri e piacevolmente fruttati. 

Gusto: secco, elegante e armonico, con vago sentore di mela e biancospino. 

Uso: aperitivi, pesci bolliti e primi piatti delicati.